Curcuma: proprietà e controindicazioni

Scopri le proprietà e le controindicazioni della curcuma per preparare i tuoi estratti

curcuma proprieta controindicazioni verticale

La curcuma è una tra le spezie più apprezzate in Asia ed anche tu dovresti iniziare ad usarla nella tua cucina. Scopri tutte le proprietà e le controindicazioni della curcuma! 

Chi non può assumere curcuma?

Oltre ad essere un buon antiossidante, la curcuma è una spezia utilizzata molto per via delle sue preziose proprietà. Gli asiatici lo sanno bene, poiché la sfruttano in maniera importante per i loro piatti, ma anche tu dovresti iniziare a prendere in considerazione l’uso nelle ricette con la curcuma, prestando attenzione. Infatti, vi sono delle persone che non possono sfruttare al meglio questa spezia. Ma chi non può assumere curcuma? Spesso quando si pensa alla curcuma integrata nella nostra alimentazione lo si fa con gli integratori: vi sono persone però che non possono assolutamente prenderla. In tal caso, parliamo di tutti quegli individui che hanno alterazioni a livello di funzioni epatiche, biliari e di calcolosi delle vie biliari. In queste circostanze, è fondamentale parlare con il proprio dottore, poiché solo così si può capire se la curcuma ha proprietà benefiche o controindicazioni per il proprio caso clinico. 

La curcuma è pericolosa per il fegato?

Ricollegandoci a prima, anche il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità hanno segnalato che la curcuma è pericolosa per il fegato quando viene assunta in forma di integratori contenenti curcumina. Il motivo sta nel fatto che vi sono stati diversi casi anche nel nostro paese di epatopatia ad impronta colestatica. Quindi, in questo caso non si può proprio fare a meno di menzionare le controindicazioni e lasciare da parte le proprietà benefiche della curcuma. Anche se si tratta di prodotti naturali è importante evitare il fai da te, affidandosi al consulto di un professionista. 

Prepara le tue ricette con i nostri estrattori Hurom

hurom H400 CHARCOAL
Estrattore H400

L’ESTRATTORE PIÚ ADATTO

Le controindicazioni della curcuma per la pressione

Il falso mito delle controindicazioni della curcuma per la pressione è spesso citato, ma in realtà, questa spezia non compromette alcuna funzione del nostro organismo in caso di pressione alta. Quindi, chi soffre di pressione alta può mangiare la curcuma? Sì e anzi sembra addirittura che la curcuma appartenga al gruppo di spezie che fanno abbassare la pressione. Quindi, questo elemento può essere un grande alleato nel caso in cui soffrissi di pressione alta! Dunque, perché non approfittarne per preparare dei gustosi estratti di frutta e verdura in cui aggiungere questa spezia? Sul nostro blog puoi trovare diverse proposte per fare un succo ricco di proprietà nutrizionali anche con l’aggiunta della curcuma! 

Le controindicazioni per la tiroide della curcuma

Anche nel caso di controindicazioni per la tiroide, possiamo dire che la curcuma non interferisce. Bisogna, invece, tenere a mente che l’azione antinfiammatoria svolta da questa spezia riesce ad aiutarti se sei una persona affetta da ipotiroidismo e ipertiroidismo. Il nostro suggerimento è sempre di chiedere un consulto al proprio medico per avere la certezza di non incorrere in nessun problema di salute per il tuo caso specifico. 

Le proprietà antinfiammatorie della curcuma

Se non lo sapevi, invece, la curcuma ha proprietà antinfiammatorie: infatti, spesso viene suggerita anche per il trattamento dell’artrite reumatoide. Sembra che la curcuma contenuta nella spezia riesce a ridurre il dolore e anche il gonfiore. Anche in questo caso, però, ci teniamo a specificare di non prendere iniziative e di parlare con il proprio dottore: questo saprà sicuramente dare le migliori indicazioni per approfittare delle proprietà benefiche della curcuma, evitando le controindicazioni. 

Curcuma: proprietà per l’intestino

Un altro aspetto interessante di questa spezia riguarda sempre la sua azione antinfiammatoria sull’intestino. La curcuma combatte le infiammazioni di questo organo e, in particolare, sembra essere di grande aiuto contro la sindrome del colon irritabile e in presenza di diverticoli infiammati. Anche in questo caso è sempre meglio consultarsi con il proprio medico, poiché in questo modo si possono evitare con certezza le controindicazioni, godendo esclusivamente delle proprietà benefiche della curcuma.

Quali sono le controindicazioni della curcuma?

Quindi, giunti a questo punto desideriamo fare un recap di tutte le controindicazioni e le proprietà benefiche della curcuma. Iniziamo rispondendo a questi due quesiti: quali sono le controindicazioni della curcuma? quando è sconsigliata la curcuma? In presenza di problemi all’intestino e al fegato è sempre meglio parlare con un professionista come un nutrizionista che può supportarti in ogni tua scelta alimentare. In questa maniera, si evitano danni e si può vivere spensieratamente la propria quotidianità. Come detto prima, anche in presenza di altre patologie – come nel caso dell’artrite reumatoide – potrai farti consigliare dal tuo medico la migliore via da intraprendere per ridurre il fastidio dal gonfiore che comporta questa malattia. Le decisioni prese in autonomia non sono mai il massimo: è sempre meglio parlare con chi ne sa di più circa il benessere del corpo umano!

I 10 benefici della curcuma

Concludiamo questa serie di suggerimenti, ricordando ancora una volta che gli effetti benefici di questa spezia sono davvero tanti. Qui vogliamo citare i 10 benefici della curcuma che ti permetteranno di percepire le proprietà della curcuma ed evitare le controindicazioni:

  1. Migliora la crescita dei capelli, contrastando anche la forfora
  2. Ringiovanisce la pelle
  3. Effetto antinfiammatorio su tutto l’organismo
  4. Rafforzamento del sistema immunitario
  5. Miglioramento delle funzioni del cervello e miglioramento della memoria
  6. Allevia dolori localizzati nell’intestino
  7. Sembra essere d’aiuto come trattamento per i sintomi della depressione
  8. Protegge dalle malattie cardiache
  9. Riduce la formazione dei tumori
  10. Contribuisce ad avere ossa forti e sane
consulta sempre il tuo medico
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *