Ricette con le mandorle

ricette con le mandorle 07

Scopri le proprietà delle mandorle e le sfiziose ricette da fare con l’estrattore

I frutti del mandorlo solitamente si raccolgono verso fine estate, tra agosto e settembre, ma se ben conservati possono essere sfruttati durante tutto l’anno per le ricette con le mandorle. Questo frutto è piuttosto oleoso e ricco di vitamine e minerali. Scopri le proprietà delle mandorle e usale con l’estrattore!

A cosa fa bene mangiare le mandorle?

Il mandorlo, dal nome scientifico Prunus dulcis, è una pianta alta circa 10 metri che racchiude all’interno di un nocciolo alcuni semi protetti da un guscio legnoso. Questi semi, le mandorle, sono il tipo di frutta secca più conosciuto e apprezzato per il prezioso contributo che offrono al nostro organismo e per gli ottimi valori nutrizionali che apportano. Ma a cosa fa bene mangiare le mandorle? Cosa fanno le mandorle al nostro corpo? Le mandorle racchiudono un’elevata concentrazione di grassi, ma la maggior parte di questi sono definiti grassi “buoni”. Questo frutto è un alimento estremamente completo, perché contiene vitamina B, vitamina E, proteine, calcio, ferro, potassio, magnesio, fibre e tanti altri nutrienti essenziali per il nostro benessere. E dove fanno bene le mandorle? Per esempio, il magnesio contenuto in questo frutto protegge il sistema nervoso da stress e stanchezza ed è utile al benessere delle ossa. Inoltre, la mandorla aiuta a contrastare l’insorgenza di problemi cardio-vascolari.

Come lavare le mandorle per togliere le sostanze tossiche?

Prima di utilizzarle per la preparazione delle ricette con l’estrattore è sempre bene lavarle o, per dire meglio ammollarle. Se ti stai domandando come lavare le mandorle per togliere le sostanze tossiche possiamo dirti che non le presenta nel momento in cui sono crude. Questa frutta secca può generare sostanze tossiche quando viene riscaldata in maniera prolungata a una temperatura superiore i 180°C. Infatti, il frutto genera una sostanza cancerogena che prende il nome di acrilamide. Il nostro suggerimento è di sfruttare la mandorla ammollata da cruda per la preparazione di gustosi estratti di frutta. Potrai immergere le mandorle in acqua fredda per 6-8 ore ed ottenere il frutto pronto all’uso

ricette con le mandorle

Le proprietà antinfiammatorie delle mandorle

Ma quali proprietà delle mandorle dobbiamo conoscere? Le mandorle offrono proprietà antinfiammatorie quando sono consumate correttamente. In pratica, ciò è dovuto alla presenza degli acidi grassi essenziali degli omega 3. Possono essere suggerite anche per alleviare i sintomi del colon irritabile! Tra le ulteriori proprietà vi sono quelle antiossidanti, che contrastano l’invecchiamento cellulare.

Quante mandorle si possono mangiare in un giorno?

Ma quante mandorle si possono mangiare in un giorno? Come tutti gli alimenti, molto importante è non abusarne, poiché, data l’alta concentrazione lipidica, sono cibi altamente calorici. Per questo motivo, infatti, le dosi giornaliere consigliate si aggirano intorno a 20-30 grammi, circa 10-15 mandorle. Ma perché mangiare 10 mandorle al giorno? Questa soluzione ci permette di godere dei benefici, senza andare incontro alle controindicazioni! Qui di seguito ti diamo una panoramica nel dettaglio di quanto abbiamo appena detto. 

Benefici e controindicazioni delle mandorle

Dopo averti dato qualche idea circa l’utilità di questa frutta secca e averti detto alcune delle proprietà delle mandorle, ora è arrivato il momento di approfondire il tema, analizzando meglio alcuni benefici e le controindicazioni di questo alimento. Più avanti, poi, ti sveleremo alcune delle ricette con le mandorle che puoi preparare a casa, magari sfruttando anche il nostro estrattore Hurom. 

I benefici sull’intestino delle mandorle

Come abbiamo accennato in precedenza, le proprietà delle mandorle sono davvero tante. A tal proposito, desideriamo menzionare i benefici sull’intestino delle mandorle. Nei soggetti che soffrono di costipazione, è suggerito l’uso delle mandorle. Queste perché hanno proprietà lassative e proprietà benefiche per l’intestino per la presenza delle fibre. Ma quindi chi soffre di stitichezza può mangiare le mandorle? Sì, a patto di non esagerare e di capire meglio come mangiare le mandorle con questo articolo! 

Gli effetti lassativi delle mandorle

Gli effetti lassativi delle mandorle sono evidenti anche con l’uso dell’olio da cucina. Questo perché sono presenti lipidi in grandi quantità! Il nostro suggerimento è di non esagerare mai perché altrimenti si possono riscontrare gli effetti lassativi delle mandorle.

Le mandorle fanno dimagrire la pancia?

Un altro quesito che ci si può porre quando si parla di ricette con le mandorle e delle loro proprietà riguarda il dimagrimento. Qualcuno si chiede se le mandorle fanno dimagrire la pancia. La risposta è che possono aiutare a sentirsi più sazi per via delle fibre. Va altresì detto, però, che non bisogna mai abusare di questo alimento, poiché è abbastanza calorico. Prepara i tuoi spuntini con le mandorle ammollate così da spezzare la fame a metà mattina!

I benefici delle mandorle tostate

In linea di massima la cottura agli alimenti non è mai un bene: nonostante vi siano dei benefici delle mandorle tostate, il calore fa perdere una parte dei nutrienti come la vitamina E. Il nostro consiglio è di tostarle leggermente per fargli ottenere un sapore più intenso, facendo molta attenzione. Come abbiamo accennato in precedenza, troppo calore non deteriora solo l’alimento, ma fa sprigionare anche l’acrilamide, una sostanza tossica per l’organismo che troviamo anche nelle arachidi. La presenza eccessiva nel nostro corpo può innescare un processo infiammatorio con tanto di dolori.

I benefici delle mandorle per i capelli

Nella cosmetica le mandorle sono sfruttate soprattutto in forma di olio. L’olio di mandorla è l’olio vegetale più utilizzato nel mondo della cosmesi naturale. Quest’olio è ottenuto dalla spremitura a freddo del seme oleoso dolce del frutto, senza avvalersi di soluzioni chimiche. Questo particolare prodotto viene utilizzato per le sue proprietà emollientilenitivenutrienti e addolcenti ed è adatto a tutti i tipi di pelle, anche a quelle più delicate dei bambini. Protegge la cute, la rassoda e l’ammorbidisce, prevenendo anche la comparsa di smagliature. Le sue azioni lenitive ed emollienti rendono il suo uso decisamente indicato per vari trattamenti delle pelli particolarmente secche e irritate. Si consiglia di utilizzarlo applicandolo sul corpo subito con la pelle ancora umida in modo che venga assorbito al meglio. Ma vi sono anche dei benefici delle mandorle per i capelli: per esempio, aiutano a contrastare l’effetto crespe e a districare i capelli. I capelli secchi, poi, ne possono trarre davvero grandi benefici, risultando più nutriti e morbidi.

Le controindicazioni delle mandorle

Ma esistono anche delle controindicazioni per le mandorle? Ebbene sì, pare che alcuni soggetti possano soffrire di abbassamenti dei livelli di zuccheri nel sangue con questa frutta secca. In altri casi, invece, si parla addirittura di provocare dei disturbi con il controllo della glicemia durante o dopo gli interventi chirurgici. Quindi, nonostante le tante proprietà delle mandorle, suggeriamo di parlare con il medico per i casi clinici particolari.

Le ricette facili con le mandorle

Sei alla ricerca di ricette facili con le mandorle da preparare con l’estrattore Hurom? Ne abbiamo proprio una che fa al caso tuo, perfetta per dare vita a una bevanda sana e golosa da gustare per merenda. Qui di seguito trovi tutti gli ingredienti di cui hai bisogno:

  • 4 carote grandi
  • 2 arancia
  • 10 mandole ammollate

Procedimento per l’estratto con le mandorle

  • Metti la sera prima in ammollo le mandorle in acqua e lasciale così per 6-8 ore;
  • Lava accuratamente le carote e tagliale a tocchetti;
  • Sbuccia l’arancia e ottieni degli spicchi dall’arancia; 
  • Inserisci tutti gli ingredienti all’interno della brocca di spremitura;
  • Unisci anche le mandorle scolate dall’acqua;
  • Avvia l’estrattore e attendi che il tuo succo sia pronto!
  • Versalo nel bicchiere per assaporarlo immediatamente oppure riponilo in frigo fino a un massimo di 48 ore.
  • Se vuoi dare un tocco più fresco, puoi aggiungere a questo estratto 5 foglie di menta;

Ecco pronto il tuo succo fresco fatto con l’estrattore Hurom 330P. 

Ti proponiamo anche un’altra proposta per sfruttare questa frutta secca. Si tratta di un goloso smoothie.

  • 160 grammi di latte
  • 75 grammi di patate dolci lessate
  • 10 grammi di mandorle ammollate
  • 80 grammi di mela

In questo caso, metti il latte e poi unisci nella brocca dell’estrattore la patata dolce tagliata a pezzetti, la mela privata del picciolo e dei semi e, per terminare le mandorle ammollate. Procedi con l’estrazione per dare vita ad un goloso smoothie! 

Le ricette dolci con le mandorle intere

Questa frutta secca, però, non è solo deliziosa per preparare un buon estratto fresco: infatti, si possono sfruttare le mandorle anche per le ricette dolci. Pensa che nelle regioni meridionali questo alimento viene tradizionalmente impiegato nella lavorazione gastronomica per realizzare la famosa pasta di mandorle calabrese e il marzapane. Anche tu potrai testare le tue qualità da cuoco o da cuoca preparando dei dolci con mandorle non pelate. Per esempio, potresti fare degli ottimi biscotti con gli albumi, le mandorle, lo zucchero e il miele. Ti basterà semplicemente frullare 150 grammi di mandorle per ottenere una farina da unire a 150 grammi di zucchero e da mescolare insieme. Dopodiché, unisci un cucchiaio raso di miele e un albume d’uovo non montato. Una volta impastato il tutto e messo a riposare il composto per 1 ora in frigo, sarai pronto per formare delle palline grandi quanto una noce da sistemare sulla teglia con carta da forno. Potrai cuocere questi biscottini a 190°C per 15 minuti e il gioco è fatto! 

Ricette di primi piatti con le mandorle

Tra le ricette che si possono fare con le mandorle vi sono con la pasta. Per esempio, possiamo proporre tra le nostre preferite le ricette con le mandorle per i primi piatti che prevedono la preparazione di un pesto. Anziché utilizzare i pinoli, potrai sfruttare le mandorle pelate e alcune con la pellicina. Con 100 grammi di mandorle, 40 grammi di olio evo, 5 foglie di basilico e sale e pepe puoi fare un ottimo condimento. Ti basta ottenere nel mixer prima la farina dalle mandorle e poi aggiungere il basilico con l’olio. Aggiungi un po’ di buccia grattugiata di un limone biologico non trattato, sale e pepe. Nel giro di qualche minuto avrai ottenuto un gustoso pesto con cui condire delle linguine o spaghetti!

Le ricette salate con le mandorle tritate

Perché non pensare anche a delle ricette con le mandorle per l’estate? Per esempio, se vuoi preparare delle ricette salate con mandorle tritate, ti suggeriamo di fare una bella insalata di quinoa. Potrai impreziosirla con questa frutta secca, ma anche con i pomodorini, i peperoni gialli e rossi, la cipolla e un bel giro di olio extravergine di oliva. 

I secondi piatti con mandorle

Anche i secondi piatti con le mandorle sono una vera delizia per il palato. Se dopo aver fatto l’estratto ti sono avanzate delle mandorle in più potrai utilizzarle per delle altre ricette con le mandorle. Parliamo del pollo di mandorle un piatto unico che si prepara in mezz’ora circa e si ispira alla cucina cinese. Passa il pollo a cubetti nella farina di riso e mettilo a cuocere in padella con il cipollotto già rosolato, uno spicchio d’aglio schiacciato e lo zenzero grattugiato. Dopo 10 minuti, puoi aggiungere la salsa di soia e un po’ di acqua e concludere con le mandorle! 

consulta sempre il tuo medico

2 comments

    1. Francesca

      Thank you 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *