Mandorle: proprietà antinfiammatorie

Scopri le proprietà antinfiammatorie degli estratti alla mandorla

mandorle proprietà antinfiammatorie

Una dieta sana ed equilibrata non dovrebbe mai essere priva della frutta secca: questo alimento è ricco di tanti nutrienti, ma ha anche proprietà interessanti per il nostro organismo. Ad esempio, le mandorle hanno proprietà antinfiammatorie e non solo!

Le mandorle tostate: benefici e controindicazioni

Quando si pensa alla frutta secca non si può fare a meno di menzionare le mandorle: questo alimento è gustoso e ci permette di introdurre nel nostro organismo tanti elementi preziosi. Quindi, sia nel caso in cui tu le mangiassi a crudo sia nel caso in cui le volessi utilizzare per le ricette con le mandorle, riusciresti a godere di effetti benefici per il tuo organismo. Iniziamo dicendo che questa frutta secca è ricca di trigliceridi ed è priva di colesterolo. Si tratta di un cibo che contiene anche vitamine e sali minerali: ad esempio, sono presenti la vitamina B2 e la B1 e non mancano il calcio, zinco, fosforo, rame, magnesio e manganese. Parlando dei benefici e delle controindicazioni delle mandorle tostate e non, possiamo anche dire che hanno un alto quantitativo di fibra, specie se consumate con la buccia. Le mandorle hanno anche proprietà antinfiammatorie: ciò è dovuto al fatto che contengono grassi sani e, in particolare, stiamo parlando degli acidi grassi monoinsaturi. 

A cosa fanno bene le mandorle?

Ma a cosa fanno bene le mandorle? Oltre alle proprietà antinfiammatorie delle mandorle, possiamo citare il frutto come un seme oleoso che aiuta a rendere regolare l’attività cardiaca e la pressione arteriosa. Inoltre, le mandorle possono agire in maniera positiva anche sulle nostre ossa, svolgendo un’azione preventiva e aiutando a combattere anche l’osteoporosi. Proprio per questo, non le dovresti mai far mancare sulla tua tavola, magari aggiungendole anche nei succhi freschi preparati con l’estrattore! 

Prepara le tue ricette con i nostri estrattori Hurom

hurom H400 CHARCOAL
Estrattore H400

L’ESTRATTORE PIÚ ADATTO

A quale organo fanno bene le mandorle?

Dunque, a quale organo fanno bene le mandorle? Sebbene si possa affermare che sono d’aiuto per tutto l’organismo, sembra anche che le mandorle con le loro proprietà antinfiammatorie possano svolgere un ruolo importante per la salute dell’intestino. Infatti, si parla di benefici su questo organo, giacché rinforza il microbioma che fa funzionare correttamente il colon.

I benefici delle mandorle sull’intestino

Grazie alle proprietà antinfiammatorie e terapeutiche delle mandorle, il nostro intestino si può fortificare. Infatti, questa frutta secca oleosa riesce a contrastare le infiammazioni intestinali e svolge la funzione di un buon prebiotico, specie in quelle persone che soffrono di stitichezza. Quindi, le sostanze contenute all’interno delle mandorle offrono grandi benefici per la flora batterica intestinale, facendola rimanere sana.

Le mandorle fanno dimagrire la pancia?

Anche se siamo dell’opinione che per mantenersi in forma non si può fare affidamento solo ed esclusivamente su un alimento, sembra che questa frutta secca aiuti a ridurre la circonferenza della pancia. Nello studio australiano, pubblicato da Obesity, si legge che le mandorle fanno dimagrire la pancia in una dieta ipocalorica. Oltre a ciò, possono pure contribuire al miglioramento della salute cardiometabolica. Quindi, sfruttando le mandorle si gode di diversi benefici, oltre alle proprietà antinfiammatorie. 

I benefici muscolari delle mandorle

Le proprietà antinfiammatorie delle mandorle sono utili anche per gli sportivi. Infatti, sembra che le mandorle comportino benefici muscolari: in pratica, aiutano nella ricostruzione muscolare, diminuendo il danneggiamento delle proteine nei muscoli. Quindi, possiamo dire che se consumi mandorle puoi godere di un recupero muscolare più veloce!

Le mandorle con la buccia tostate

Ma come bisogna mangiare le mandorle per godere delle proprietà antinfiammatorie e di tutti gli altri effetti positivi sull’organismo? Il nostro consiglio è di scegliere le mandorle con buccia tostate, evitando quelle che sono condite con caramello o zucchero. In questo modo, puoi davvero consumare un alimento sano, magari aggiungendolo alle tue insalate oppure di fianco alla tua colazione. 

Le mandorle hanno omega 6?

Le mandorle sono un alimento ricco di omega 6, proprio come tanti altri semi oleosi. Anche se le mandorle sono conosciute per le loro proprietà antinfiammatorie, è necessario considerare che gli omega 6 possono suscitare proprio le infiammazioni. A tal proposito, suggeriamo di consumare quantitativi corretti di mandorle, senza mai esagerare. Gli esperti consigliano circa 15-20 mandorle al dì: in questa maniera, hai la certezza di non incorrere in alcun problema.

Cosa comporta mangiare mandorle tutti i giorni?

Ma che cosa comporta mangiare mandorle tutti i giorni? Se consumate nel quantitativo corretto è possibile beneficiare per l’appunto delle proprietà antinfiammatorie, ma anche di tutti gli altri benefici. Se si esagera con la quantità si rischia di andare incontro a dei fastidi come nausea, dolori intestinali, ma anche vertigini, dolori cervicali e irritazioni cutanee.

Meglio mandorle crude o tostate?

Alla domanda se è meglio mangiare le mandorle crude o tostate, ti rispondiamo che è da preferire quella tostata. Non parliamo semplicemente delle proprietà antinfiammatorie delle mandorle, bensì per via di una migliore digeribilità, poiché così diventa più permeabile ai succhi gastrici. 

Quale frutta secca è antinfiammatoria?

Ma quale altra frutta secca è antinfiammatoria? Nella tua dieta puoi aggiungere ulteriore frutta secca per godere delle proprietà antinfiammatorie come per le mandorle. Per esempio, parliamo delle noci e anacardi, ma anche dei fichi secchi. Non ti resta altro da fare che aggiungerle nella tua alimentazione e, perché no, preparare anche in casa una gustosa bevanda vegetale con questo seme oleoso.

consulta sempre il tuo medico
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *