Estratti e centrifugati di verdura: come prepararli? Verdura meglio cruda o cotta?

Sul fatto che la verdura sia una componente fondamentale nella nostra alimentazione e sui suoi effetti benefici ormai non ci sono più dubbi. Fin da quando eravamo bambini mamma, papà e i nonni cercavano di stimolarci a consumare le verdure, e spesso non ci riuscivano perché proprio non ci piacevano!

Da adulti abbiamo però preso consapevolezza sull’importanza di questi alimenti, ricchi di alcuni nutrienti di cui il nostro organismo non può fare a meno. Crescendo abbiamo imparato e capito che il consumo di verdura non deve mai mancare in un’alimentazione corretta, ma dobbiamo anche sapere che è importante consumarla nel modo corretto.

Ci sono, infatti, delle differenze tra l’assunzione di verdura cotta e cruda: scopriamo quali!

Gli estratti e i centrifugati di verdura: come prepararli al meglio

Le verdure contengono diverse vitamine e varie classi di antiossidanti che reagiscono in maniera diversa a seconda delle modalità con cui vengono trattate le verdure stesse. Per questa ragione è importate fare attenzione alle modalità di preparazione e cottura delle verdure, anche per i nostri estratti!

I nutrienti presenti nelle verdure, infatti, possono essere assunti dal nostro organismo in diversa misura a seconda della cottura. Nella carota e nella zucca, ad esempio, sono presenti due composti, il licopene e il betacarotene, la cui disponibilità aumenta notevolmente con la cottura. Alcune vitamine, come l’acido folico e la Vitamina C, invece, si degradano velocemente con la cottura.

Ecco perché, anche nella preparazione dei nostri estratti, è bene conoscere quando è bene cuocere o meno le verdure. Per ottenere degli ottimi succhi possono essere inserite crude verdure come lattuga, cetriolo o la rucola. È consigliabile cuocere, invece, verdure come la zucca, i cavoli, le zucchine o le melanzane.

centrifugati di verdure appena fatti

Un estratto al giorno: perché è una buona abitudine

L’assunzione quotidiana di un estratto è indubbiamente una buona abitudine! Ogni giorno dovremmo consumare, infatti, almeno 4/5 porzioni di frutta e verdura, ma difficilmente riusciamo a rispettare questa indicazione. Gli estratti diventano quindi un importante alleato per compensare le carenze derivanti dalla scarsa assunzione di questi alimenti, concentrando in unico succo la bontà, la freschezza e la naturalezza della frutta e della verdura che più ci piace.

Gli estratti sono inoltre altamente dissetanti e, soprattutto d’estate, aiutando a combattere la stanchezza e l’affaticamento derivante dal caldo. L’effetto drenante è un altro importante motivo per consumare un estratto al giorno, facilitando e velocizzando la diuresi e l’eliminazione dei liquidi in eccesso nel nostro corpo.

I benefici per la salute degli estratti di verdura

Gli estratti di frutta e verdura sono buoni, colorati, freschi, ideali soprattutto durante l’estate quando le temperature salgono. Ma non solo, sono anche un concentrato di benessere, ricchi di importanti elementi benefici quali vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Gli estratti di verdura contribuiscono, nel tempo, ad aumentare nell’organismo i livelli di betacarotene, vitamina C ed E, selenio, acido folico, riducendo nel contempo lo stress ossidativo e l’omocisteina, amminoacido, quest’ultimo, che presente in alte concentrazioni nel sangue è spesso indice di carenze vitaminiche.

Gli estratti di verdura sono anche efficaci nel contrasto alle infiammazioni intestinali momentanee o croniche che richiedono di eliminare o ridurre l’apporto di fibre e verdure dalla dieta, sono utili anche per reintegrare i sali minerali persi a causa di una forte sudorazione e, in ultimo, sono perfetti per integrare gli estratti a base di frutta per ridurre i quantitativi di zucchero assunti.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]